mercoledì 22 dicembre 2010

Elogio alla lentezza

In questi giorni che precedono le feste natalizie, spesso di respira un'aria carica di affanni e ansia per i preparativi ancora da fare.
L'atmosfera dovrebbe essere ben diversa: mi sono ricordata così di un post che tempo fa, girovagando per la rete, ho trovato e che ora vi riporto pari pari qui sotto.

________________________________________________________________________________

I 14 comandalenti per trovare la velocità giusta nella vita...

1) Svegliarsi 5 minuti prima del solito per farsi la barba, truccarsi o far colazione senza fretta e con un pizzico di allegria.

2) Se siamo in coda nel traffico o alla cassa di un supermercato, evitiamo di arrabbiarci e usiamo questo tempo per programmare mentalmente la serata o per scambiare due chiacchiere con il vicino di carrello.

3) Se entrate in un bar per un caffè: ricordatevi di salutare il barista, gustarvi il caffè e risalutare barista e cassiera al momento dell'uscita (questa regola vale per tutti i negozi, in ufficio e anche in
ascensore)

4) Scrivere sms senza simboli o abbreviazioni, magari iniziando con caro o cara...

5) Quando è possibile, evitiamo di fare due cose contemporaneamente come telefonare e scrivere al computer...se no si rischia di diventare scortesi, imprecisi e approssimativi.

6) Evitiamo di iscrivere noi o i nostri figli ad una scuola o una palestra dall'altra parte della città

7) Non riempire l'agenda della nostra giornata di appuntamenti, anche se piacevoli, impariamo a dire qualche no e ad avere dei momenti di vuoto.

8) Non correte per forza a fare la spesa, senz'altro la vostra dispensa vi consentirà di cucinare una buona cenetta dal primo al dolce.

9) Anche se potrebbe costare un po' di più, ogni tanto concediamoci una visitina al negozio sottocasa, risparmieremo in tempo e saremo meno stressati.

10) Facciamo una camminata, soli o in compagnia, invece di incolonnarci in auto per raggiungere la solita trattoria fuori porta.

11) La sera leggete i giornali e non continuate a fare zapping davanti alla tv.

12) Evitate qualche viaggio nei week-end o durante i lunghi ponti, ma gustatevi la vostra città, qualunque essa sia.

13) Se avete 15 giorni di ferie, dedicatene 10 alle vacanze e utilizzate i rimanenti come decompressione pre o post vacanza.

14) Smettiamo di continuare a ripetere:"non ho tempo". Il continuare a farlo non ci farà certo sembrare più importanti.

... e i 7 comandalenti in cucina

1) Il cibo è la tua prima medicina: insegna Ippocrate... crediamoci!

2) La poesia del cibo inizia quando facciamo la spesa: scegliamo prodotti di stagione e di qualità. Se vogliamo risparmiare diminuiamo la quantità: che è anche un'ottima scelta per controllare colesterolo e peso.

3) E' scientificamente provato che l'acqua non bolle prima se continuiamo a osservarla: quindi senza fretta appassioniamoci alla preparazione della nostra cenetta e apparecchiamo con cura la tavola, un fiore?

4) Utilizziamo tutti i nostri sensi per godere dei singoli ingredienti: la vista, il tatto, l'olfatto, il gusto ... anche l'udito (i rumori della cucina fanno tanto casa e calore!).

5) Gustiamo ogni forchettata e ogni piccolo sorso di quel vino che, anche se da incompetenti, avremo scelto con amore e cura.

6) Evitiamo il "due in uno"! Se mangiamo non telefoniamo, se telefoniamo non mangiamo.

7)Non precipitiamoci ... il cinema, la lavastoviglie, l'ultimo ritocco al computer, ecc. aspettano

________________________________________________________________________________

Il mio non è certo un elogio alla pigrizia o all'essere scansafatiche ma solo un modo per ricordare che a volte bisogna rallentare.
Anche se non si riuscissie a mettere in pratica tutti i suggerimenti, certamente un pò di lentezza si riuscirebbe a recuperarla.

Buona creatività a tutte!

4 commenti:

  1. Grazie Taced, tanti auguri di serene festività!
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Ciao Taaced, bella lista! Ma putroppo non mi ritrovo... anche se sono di fretta e con poco, pochissimo tempo :(
    Se mi sveglio 5 minuti prima, allora è meglio che non vado nemmeno a dormire: in questi giorni siamo passati dalla normale sveglia delle 4 alle 2 di notte e senza respiro fino alle 9 di sera.
    Non mi tuffo nel traffico, faccio 10 metri e sono al lavoro, saluto sempre molto cordialmente i baristi le rarissime volte che il caffè non è della mia moka. Non ho figli da scarrozzare, vedo di scrivere pochi sms... ma mi ritrovo senza tempo anche se non lo dico. sarà grave?
    Tanti auguri di serene feste.
    Strabaciotti

    RispondiElimina
  3. Tantissimi auguri di buone feste!!
    bacioni eli

    RispondiElimina
  4. Ciao!
    Bella la proposta di andare un po' più lentamente. E poi mi fa troppo ridere (nella sua profonda verità) la frase "è scientificamente provato che l'acqua non bolle prima se continuiamo ad osservarla"!!!
    Buone Feste e l'augurio di tanto tempo per le tue belle cose (da fare con calma, ovviamente)
    AnnaR

    RispondiElimina